Conosciamoci

CoNosciAmoci è l'appuntamento mensile promosso da CNA Impresa Donna che, attraverso brevi interviste, cercherà di far conoscere tra loro gli imprenditori di CNA Brescia, le loro attività, idee ed esigenze.
 


 

CINZIA ALBERICI DELLA O.C.S. SNC

Può farci una breve presentazione della sua attività?
La nostra ditta lavora nel settore metalmeccanico, come contoterzista. Pur trattandosi di una piccola azienda, le attività su cui si concentra sono molteplici; costruiamo infatti stampi per la pressofusione, la plastica e la tranciatura di parti metalliche. Questi ultimi vengono realizzati sia per la vendita ai nostri clienti sia al fine di produrre particolari direttamente nel nostro reparto di tranciatura. Inoltre negli ultimi anni ci siamo concentrati sulla produzione di palle per ricarica, attraverso lo stampaggio a freddo: realizziamo palle per la caccia di animali di grossa taglia, quali cinghiali e cervi, indirizzate soprattutto all'estero.

Come ha conosciuto la CNA e attraverso quali servizi/consulenze l’associazione è stata al suo fianco?
Conosciamo la CNA da molti anni, dato che la nostra ditta, fondata da nostro padre, è nata nel 1966 ed è associata alla CNA dal 1971. Ci siamo sempre appoggiati all'associazione sia per le pratiche di finanziamento che per svariati tipi di consulenze. Dallo scorso anno abbiamo scelto l'associazione come consulente del lavoro e siamo stati seguiti in percorsi di aggiornamento di tipo tecnico per il personale. Questi ultimi hanno determinato una svolta decisiva nel programma di specializzazione che ci eravamo prefissati al fine di migliorare la nostra posizione commerciale.

Cosa vuole dire far parte di un’Associazione come la CNA? Quanto contano, secondo lei, il confronto e la partecipazione attiva tra associazione e suoi associati?
Far parte di un'associazione come la CNA vuol dire avere un punto di riferimento costante, che supporta la propria attività sia nei momenti di difficoltà che nelle piccole incombenze quotidiane. Inoltre garantisce la possibilità di un aggiornamento costante, nonché il confronto con i colleghi. Quest'ultimo, per quanto compromesso nel nostro caso dall'endemica carenza di tempo tipica dell'artigiano, ci ha portato a significativi risultati. E' dal confronto infatti che si aprono prospettive diverse, capaci di ampliare visuali ristrette, in modo da permettere la nascita di nuove idee.

Lei fa anche parte del gruppo dirigente CNA, quale è secondo lei il peso della componente femminile nell’Associazione? 
Penso che in un paese come l'Italia, dove i ruoli di potere sono nella maggior parte dei casi rivestiti dalla componente maschile, un organismo che dia risalto alle donne rivesta un ruolo di fondamentale importanza.

Quali sono gli obiettivi pianificabili e le azioni da mettere in atto da parte di CNA per poter recepire le istanze urgenti delle imprese in questo difficile contesto?
Ritengo che per affrontare la difficile congiuntura sia necessaria una solida preparazione culturale, non solo ed esclusivamente economica. Si tratta infatti di preparare le persone ad affrontare un mondo in continua e rapida evoluzione, dove ideali e costumi in vigore fino a pochi anni fa non esistono e non sono più ripetibili. Quindi penso che prima di tutto sia indispensabile un profondo ripensamento del passato, che ci porti ad individuare gli errori o le situazioni che, seppur non sbagliate, ora non hanno più senso. E' un lavoro che va svolto con l'aiuto di professionisti, in grado di chiarire il presente, aumentando il patrimonio di conoscenze di tutti.

Guardare al futuro con fiducia, in questo momento è particolarmente difficile perché la crisi è ancora tra noi. Può sembrare una scommessa, lei quanto ci crede?
Noi come ditta stiamo vivendo un fortunato momento di crescita. Purtroppo la crisi si fa sentire comunque, mi riferisco ai costi, che sono in continuo aumento: tasse quindi, che il governo dovrebbe abbassare, e costi delle merci e dei servizi. Per questi ultimi sarebbe opportuno cercare di sviluppare più collaborazione tra gli artigiani, con la creazione di reti o fonti di reperimento dati, che possano agevolare l'acquisizione di informazioni. Quindi noi crediamo che sia possibile crescere e guardare al futuro con fiducia. Certo ci sono molte regole che andrebbero cambiate, a partire dalla mentalità di fondo, che bisognerebbe contribuire a rendere più aperta e disponibile verso il futuro, senza troppe paure.
 

Grazie Cinzia e buon lavoro!

 

Nicola Gallini della Carrozzeria Condor

Può farci una breve presentazione della sua attività?
L’impresa nasce nel 1980 dalla volontà di mio padre d’avere un’attività propria alla quale potersi dedicare. L’azienda riesce a svilupparsi in un ambito di nicchia quale quello delle costruzioni di cabine di guida per operatore e cofanature per escavatori, mezzi agricoli e mezzi d’opera. Dal 2005, a seguito di un riassetto societario, subentro con mio fratello per dar continuità alla conduzione famigliare che ci ha sempre contraddistinti. Negli ultimi anni grazie all’uso di programmi per grafica 3D abbiamo sviluppato maggiormente la fase di progettazione e di cura estetica sviluppando prodotti per altri mercati quali quello del riciclaggio e quello ferroviario.

Rossella Goffi della Brixia Pap

Buongiorno Rossella, può farci una breve presentazione della sua attività?

La mia azienda nasce nel 1988 come impresa di famiglia con 2 soci. Poi si è evoluta ed ampliata negli anni fino ad impiegare 9 dipendenti. Originariamente seguivamo la manutenzione e la vendita estintori ma piano piano, in base alle richieste del mercato, ci siamo dedicati alla vendita e manutenzione di tutti gli articoli di antinfortunistica (DPI). Nel 2010 mio figlio, insieme ad un socio, ha costituito un’altra azienda che, in collaborazione con noi, si occupa di formazione e sicurezza sul lavoro. La nostra clientela spazia dal settore pubblico a quello privato con assistiti fidelizzati da più di 20 anni, infatti, grazie alla nostra grande flessibilità, siamo in grado di soddisfare qualsiasi esigenza del cliente.

#odonto(r)evolution - Percorso formativo

 

 

OLTRE

 

 

 

 

CNABG SNO:

 

nasce OLTRE, alta formazione per odontotecnici

 

 
 

 

Il percorso formativo

 

Didattica esperienziale con case history e gruppi di lavoro per affrontare:

  • Gestione economica dell’impresa odontotecnica – analisi dei costi, preventivazione e mercato del lavoro
  • Know how digitale per differenziarsi -  progettazione in relazione all’individualità del paziente, ottimizzazione delle forme dentali, Software dentale per rendere le fasi produttive meno dispendiose e più efficienti
  • Valorizzazione del capitale umano - potenzialità personali e del team/laboratorio per valorizzarle e differenziarsi
  • Strategie di Marketing – identità aziendale e strategie di comunicazione per trasmettere i propri valori professionali al mercato
 

  Programma dettagliato 

 

 

Organizzazione

104 ore di formazione: da gennaio a giugno 2018, due giorni al mese

Massimo 16 partecipanti per una formazione efficace

Sede del corso: aule attrezzate presso CNA e Scuola Leonardo da Vinci

Frequenza: massimo 20% di assenza

 

Costi e iscrizioni

Un percorso completo teorico, pratico e manageriale al costo di un corso pratico

Quota d’iscrizione pari a 2257 €  IVA inclusa (1850,00 + IVA)

Modalità di pagamento: acconto all’iscrizione pari a 500€ e saldo all’avvio del corso

Iscrizioni: entro e non oltre il 15 dicembre

Iscriviti adesso

  Compila la scheda di iscrizione (online e pdf)

  Come pagare l’acconto 

Per maggiori info:

035.285-132/150

CNA Gorle, via Roma 85

 
 

 

Il percorso formativo