AUTOTRSPORTO: DAL 16 DICEMBRE È ATTIVA LA VERIFICA DELLA REGOLARITÀ DELLE IMPRESE

Dal 16 dicembre l'Albo degli Autotrasportatori ha messo online il database sulla regolarità delle imprese di autotrasporto, consultabile sul Portale dell'Automobilista. I committenti potranno verificare la regolarità dei vettori ai quali hanno intenzione di affidare servizi di trasporto, per quanto concerne l'adempimento degli obblighi retributivi, previdenziali e assicurativi. Le informazioni sono disponibili sul sul portale dell’automobilista, dopo la registrazione al sito.
Ricordiamo che la verifica, eseguita prima della stipula del contratto di trasporto, esonera i committenti dall’essere obbligati in solido con il vettore a corrispondere ai lavoratori i trattamenti retributivi, contributi previdenziali e premi assicurativi agli enti competenti (dovuti limitatamente alle prestazioni ricevute nel corso della durata del contratto di trasporto). La verifica sostituisce la richiesta del DURC.
 
Come si consulta il portale regolarità autotrasporto
Per accedere alla consultazione è necessario registrarsi presso il Portale dell’Automobilista come cittadino e non come impresa. La registrazione come impresa di autotrasporto permette, di pagare le quote dell'Albo, ma non di consultare il database sulla regolarità. In realtà, sarebbe importante farlo anche come autotrasportatore, per verificare la posizione di un eventuale sub-vettore (o magari anche di un concorrente ritenuto irregolare). In ogni caso, anche un’azienda di autotrasporto registrata come tale, può registrarsi anche come “cittadino” e quindi andare a verificare la posizione del sub-vettore di cui ha interesse a conoscere la regolarità.
È molto probabile che il portale, una volta effettuata la registrazione come “cittadino”, richieda anche quella in “poste.it”. Anzi, è proprio la mancata registrazione in questo ulteriore sito che impediva in passato a molte aziende di pagare la quota dell’Albo.
A questo punto bisogna accedere al Portale come utente registrato, inserendo le proprie credenziali nei due appositi spazi all’interno della barra nera in alto. Una volta entrati, bisogna guardare la colonna sulla sinistra, nella sezione "Accesso ai servizi", dove si trova il link denominato "Consultazione regolarità posizione Albo".
Premendolo, compare una maschera di ricerca divisa in due parti: una per le ditte individuali e una per le società. Ovviamente ne va compilata solo una, secondo il tipo d'impresa. Nel caso delle società, si può inserire solamente la partita Iva, oppure la denominazione, il tipo di società, la provincia e il comune. Poi va compilato il campo "Motivo visura". Infine si preme il link "Ricerca".
Se i dati immessi corrispondono a quelli di un'azienda iscritta all'Albo degli autotrasportatori appare in fondo alla pagina il nome, la partita Iva e l'indirizzo della sede e, sotto, un link denominato "Attestato visura". Premendolo si scarica il pdf con un’attestazione da cui risulta la situazione di regolarità o di NON regolarità dell’impresa distinta in due punti.
Nel primo, relativo all’iscrizione all’Albo, alla Camera di Commercio e al REN, l’indicazione di regolarità compare immediatamente.
Nel secondo, relativo alla posizione Inps e Inail, compare una scritta in cui si chiarisce che la verifica è in fase di istruttoria. Ciò significa che la fase di verifica viene disposta dagli questi due enti proprio a seguito della richiesta di accertamento e che può durare 30 giorni. Questo almeno è quanto è accaduto durante le verifiche che abbiamo provato a fare.
Eventuali problematiche possono essere segnalate al numero verde 800 232323 o all’indirizzo mail .