Credito e Servizi Finanziari 

Assistenza, consulenza finanziaria e creditizia

Sviluppo Artigiano è il nuovo colosso del credito per il mondo dell’artigianato e delle piccole e medie imprese. Il consorzio fidi promosso da CNA Veneto, Sviluppo Artigiano, dal primo gennaio 2011 ha definitivamente varcato i confini regionali e opera oggi anche in Lombardia. Alle province di Belluno, Padova, Rovigo, Venezia e Verona si aggiungono quelle di Cremona, Brescia, Como, Lecco e Pavia.

L’operazione di fusione con Fidimpresa Lombardia, realizzata nel corso del 2010, ha portato alla creazione di un attore ancora più forte, evoluto ed autorevole nel mondo del credito, il cui obiettivo è quello di arginare il più possibile la stretta creditizia che investe il settore dell’artigianato e delle PMI, promuovendo contestualmente anche azioni di rilancio degli investimenti e della ripresa economica.

Sviluppo Artigiano è una Società Cooperativa di garanzia collettiva fidi, la cui attività principale consiste nella prestazione di garanzie, prevalentemente a favore dei propri associati, al fine di agevolare l’accesso al credito. Sviluppo Artigiano si prefigge altresì l’obiettivo di aggregare le imprese per semplificare il dialogo con il sistema bancario e finanziario e migliorare la conoscenza dei prodotti.

La finalità mutualistica si realizza grazie ai soci, attraverso la forza di rappresentanza, i quali concorrono all’obiettivo comune di ottenere credito e di ottenerlo alle migliori condizioni nella più ampia accezione (accedere al credito con modalità corrette ed efficienti, ottenere prodotti più efficaci e convenienti per rispondere alle esigenze imprenditoriali).

Per ottenere la garanzia i clienti aderiscono alle condizioni stabilite dallo Statuto, dai Regolamenti e più in generale dalla legge. La concessione di garanzie è rilasciata prevalentemente a favore dei soci ed esclusivamente ai soggetti classificabili come micro, piccole e medie imprese (con meno di 250 addetti, fatturato non superiore a 50 mil. di Euro o un totale di bilancio non superiore a 43 mil. di Euro, fatta salva l’appartenenza ad un gruppo societario).

Sviluppo Artigiano è iscritto nell’Elenco Speciale degli Intermediari Finanziari, previsto dall’art. 107 del Testo Unico Bancario (D. LGS. 385/93) e, in quanto tale, è soggetto alla vigilanza della Banca d’Italia. Per questa ragione il sistema bancario e finanziario attribuisce particolare vigore alle garanzie rilasciate da un Confidi quale è Sviluppo Artigiano.

www.sviluppoartigiano.it

Responsabile:

Claudio Belleri
tel. 0303519600
fax 0303519630
e-mail