Dalla sezione Brescia

La Mostra alla Triennale di Milano

 "PARLANDO CON VOI" 

L'altro sguardo: immagini realizzate da 30 donne fotografe sulle vicende italiane dagli inizi del secolo scorso fino ai giorni nostri.

  

CNA ICT

European Digital SME Alliance interviene nel caso antitrust dell'Unione Europea relativo alle politiche di Google su Android

European Digital SME Alliance (“DigitalSME”), l'associazione che rappresenta le piccole e medie aziende ICT in Europa, della quale fa parte anche CNA, Confederazione Nazionale delle Piccole e Medie Imprese, COMUNICA che la direzione generale per la concorrenza della Commissione Europea ha accettato l'Associazione in qualità di controparte nelle indagini antitrust in corso sulla condotta di Google relativamente al sistema operativo Android.

Benché il sistema operativo Android fornito da Google abbia notevolmente contribuito a creare un mercato importantissimo per PMI digitali e start-ups che sviluppano applicazioni e tecnologie mobili, vi sono preoccupazioni che la posizione ormai monopolistica di Google possa nuocere alle stesse PMI e start-ups.  >>>

Due associati CNA alla mostra internazionale Miniartextil in Francia

L'ARTE DEI COMASCHI CNA STREGA LA FRANCIA

“Sweet concept” sbarca in Francia. L’installazione realizzata dai due associati CNA, Carlo Pozzoni, editore e fotoreporter e Stefano Franzi, cioccolatiere e Presidente CNA Alimentare, dopo la presenza a Miniartextil, da domani sarà esposta a Montrouge (Parigi). Infatti Miniartextil, rassegna annuale d’Arte contemporanea, capace di proporre la migliore produzione artistica internazionale nell’ambito della Textile Art o Fiber Art, dopo le tappe di Como e Venezia raggiunge le cittadine francesi di Montrouge e Caudry.

L’installazione artistica “Sweet Concept”, è un connubio tra fotografia e cibo, immagine e gusto, studiata per omaggiare il tema di Expo 2015, ma che unisce due maniere di rappresentare l’arte sempre attuali. >>>

IoT, Osservatorio del Politecnico di Milano sull'Internet of Things

Ai tavoli della registrazione c'è coda, sui tavoli del buffet di benvenuto i biscotti scarseggiano, si entra nell'aula magna della statale alla Bicocca ed alle 9:30 tutti i posti sono occupati , 1.600 persone e ci sono anche persone in piedi affacciate in alto alla balaustra.

Siamo alla presentazione dell'Osservatorio del Politecnico di Milano sull'Internet of Things (IoT)  (venerdì 15/4/2016 | “IoT, Il futuro è già presente”) e gli stessi responsabili dell'osservatorio sembrano increduli del notevole  successo del loro evento.

IoT è un argomento piuttosto esoterico, sino a pochi anni fa era uno dei tanti rivoli dell'evoluzione della digitalizzazione. E' un argomento complesso perché comprende sensoristica, trasmissione dati, protocolli di comunicazione,  piattaforme di gestione dei dati, fornitura di servizi , cloud, aspetti legali, ecc.

Eppure 1600 persone accorrono per essere informate sull'andamento di questo mercato.

Al sito  “www.osservatori.net/internet-of-things/ultima-ricerca” si può trovare il comunicato stampa piuttosto dettagliato relativo alla ricerca, per i più frettolosi possiamo riassumere:

Il mercato è cresciuto del 30 % in 12 mesi, che in periodo  di segni negativi è notevole ma non è ancora un'esplosione. I dati di crescita sono trainati principalmente dalle auto connesse alle assicurazioni (smart car) e dai contatori gas/elettrici/acqua (smart metering), i settori smart city, logistic, smart home, ecc. segnano ancora il passo.

In sintesi il mercato è già presente, potrebbe potenzialmente esplodere ma per ora prevale ancora la potenzialità.

Sui giornali si trovano narrazioni  piuttosto immaginifiche dell'IoT come quella del frigorifero che  automaticamente ordina al supermercato i cibi mancanti, ma il dato di fatto è che questa è una evoluzione tecnologica orizzontale che può coinvolgere moltissimi segmenti di mercato il che spiega la crescente attenzione di una ampia molteplicità di soggetti.

Siamo, probabilmente di fronte ad un'ulteriore “salto” della digitalizzazione dell'economia e della società ed ancora una volta si aprono nuovi scenari e problematiche.

Se la nostra  auto comunica costantemente con l'azienda produttrice e con l'assicurazione, se il nostro  telefono fa altrettanto, la caldaia comunica i suoi dati al servizio di manutenzione, l'ascensore, le telecamere, il mio orologio … insomma se ogni oggetto che utilizziamo comunicherà il suo utilizzo ad altri significa, che noi, le nostre famiglie, le nostre aziende non saremo  più “nostri” ma anche di altri, ci si domanda: i dati che generiamo agendo a chi appartengono e a chi apparterranno?

Fabio Massimo (Aprile 2016)

Rimini, SIGEP 2016| Eventi CNA

CNA Love Makers

Sfida tra Gelatieri, Cioccolatieri e Fotografi

CNA LOVE MAKERS è l’evento del 2016 che coinvolgerà

14 gelatieri, 14 cioccolatieri e 7 fotografi del mondo CNA.

Si svolgerà il 27 gennaio 2016 dalle 8 del mattino alle 14 del pomeriggio >>>