Dalla sezione Brescia

Il 27 Aprile 2016 a Forlì presso l’Auditorium San Giacomo si terrà LAMPI DI INGEGNO Start up e territorio come crescere insieme. Nel pomeriggio si svolgerà un workshop tecnico ad iscrizione, ma a partecipazione gratuita curato da Amazon e rivolto a chi gestisce e-commerce o vorrebbe attivarlo a breve. In allegato il programma completo.

La partecipazione è gratuita ma per consentirci di organizzare tutto al meglio è richiesta l’iscrizione con indicazione dei momenti a cui si è interessati, per farla clicca qui

Per avere informazioni sempre aggiornate sull’evento, seguici qui:  Pagina Fb dell’evento  |  Sito CNA Emilia Romagna

e_Competence Framework

la Legge 4/2013 e la norma UNI 11621 

per “mettere ordine” nel mondo dei professionisti ICT 

Se in Europa usiamo la parola “cardiologo”, “ingegnere edile” o “avvocato civilista”, indipendentemente dalla lingua in cui questa è espressa, intendiamo un professionista con un ben definito insieme di competenze e conoscenze che agisce con una determinata etica ed è in grado di darci specifici servizi.

In secoli di storia i medici, gli ingegneri e gli avvocati hanno costruito e stabilizzato la loro professione e, indipendentemente dalla lingua, dalla cultura e dal sistema formativo, i professionisti di differenti paesi hanno una formazione confrontabile e svolgono dei lavori simili e standardizzati dalla tradizione.

Il mondo delle tecnologie informatiche e della comunicazione (ICT) è, invece, un mondo recente con pochi decenni di storia, e questo processo di definizione delle professioni è ancora in atto. Pertanto, se indichiamo una delle decine forse centinaia di attività professionali, non sappiamo con certezza quale insieme di competenze e di caratteristiche professionali ha, o dovrebbe avere, il professionista. Questa situazione sta modificandosi, grazie all'impegno da parte della Commissione Europea che ha sostenuto la creazione e lo sviluppo di un “competence framework “ che fornisce il linguaggio ed un riferimento comune a tutti i paesi Europei nel settore dell'ICT. >>>

Evento Afip CNA Professioni alla Triennale di Milano

"ciao mario" | Commemorazione per il grande fotoreporter Mario Dondero

Evento straordinario sabato scorso alla Triennale di Milano. Più di 500 persone hanno partecipato alla commemorazione di Mario Dondero. Una manifestazione organizzata da Afip CNA Professioni in ricordo del grande fotoreporter recentemente scomparso.

Giovanni Gastel, presidente Afip ha salutato i presenti e tracciato un ammirato profilo di Mario quale eccellente maestro e punto di riferimento etico e morale di tutti coloro che ambiscono alla professione di fotoreporter.

Quindi sono intervenuti Uliano Lucas, Francesco Cito, Giovanna Calvenzi, Paola Mattioli, Antonio Ria, Corrado Stajano, Maddalena Fossati Dondero, Gianni Berengo Gardin, Vinicio Capossela e molti altri. In video anche Toni Servillo che ha conosciuto Mario di persona e potuto apprezzarne la sua personalità, il coraggio e lo spessore professionale.

La manifestazione è stata condotta dal giornalista Alberto Saibene. Presenti in sala, tra i molti giovani e meno giovani fotografi professionisti, Alfredo Pratelli, Marirosa Toscani Ballo, Giac Casale e tanti altri colleghi. AM


La Galleria Melesi di Lecco inaugura la personale di Piera Biffi dal titolo Anime allo specchio a cura di Simona Bartolena.
Arte al femminile, ma non l’ennesimo strillo di rivendicazione sul femminile.
Anime allo specchio mette in campo prospettive e punti di vista talmente complessi da suggerire motivi di discussione che vanno ben oltre la necessità di ricordare alcuni grandi nomi della storia dell’arte al femminile, quasi a compatirne la sfortuna critica e la difficile storia personale.
Anime allo specchio è un inno alla femminilità in senso lato, un abbraccio a tutte le donne del mondo, quelle di oggi e quelle di ieri, quelle soggetto della pittura e quelle oggetto della pittura; è un gioco di specchi che mette in dialogo personalità, società, mondi, sguardi, mode, caratteri, stili diversi. Il passato e il presente si stringono la mano, in un cortocircuito visivo e concettuale che sollecita riflessioni importanti.
Un progetto che coniuga due sguardi individuali – quello della pittrice e quello della fotografa, ora stretti in un’incantevole complicità – e li traspone su un piano universale senza tempo, sovrapponendo piani temporali e spaziali diversi: i mondi delle due autrici e quelli reali e immaginari delle loro modelle (proiettate in un’unica dimensione, attraverso anni, a volte secoli, di distanza) e dei personaggi ideati e messi in scena dalle prime e interpretati dalle seconde. Una complessità di riferimenti, di rimandi, di occhi, di spunti creativi e di mani che rende questo progetto davvero di notevole significato.
Interessante è anche l’esecuzione, Piera Biffi sceglie opere di donne artiste che raffigurano altre donne, li fotografa e poi inserisce all’interno del quadro una figura femminile contemporanea, fotografata da lei in modo che sembri parte del quadro. Ne nascono opere coinvolgenti e affascinanti, che soddisfano tanto per la loro qualità tecnica ed estetica quanto per l’idea luminosa che le ha generate.

 

"Ciao Mario" | Evento alla Triennale di Milano - sabato 6 febbraio 2016 - in ricordo del grande fotografo Mario Dondero